Futuro Green al Parco San Marco

Un futuro elettrico

Il 2018 è stato l’anno di svolta per la mobilità elettrica: grandi investimenti, sgravi fiscali e agevolazioni hanno portato alla vendita di 5 mila unità in Italia e ad un aumento delle immatricolazioni a livello mondiale del 50%. Pioniere del settore è la Tesla di Elon Musk che grazie all’approdo sul mercato della “piccolina” Model 3 è pronta a portare l’elettrico su larga scala.

Parco San Marco e Tesla

Tesla ricopre oramai da anni un ruolo fondamentale nell’evoluzione della mobilità e, con l’obiettivo di coprire il 100% del territorio europeo entro fine 2019, si dimostra l’azienda che più ha creduto nel “cambio generazionale” tra stazione di rifornimento e supercharger/destination charger.

Il Parco San Marco è da alcuni anni parte integrante di questo progetto mettendo a disposizione due destination charge dove poter caricare la propria auto elettrica gratuitamente*. Il destination charge è paragonabile al caricatore del vostro smartphone: una volta arrivati al resort potrete mettere in carica la vostra auto ed averla pronta il giorno dopo, così da poter visitare i dintorni del resort in tutta tranquillità. Il team del Parco San Marco vi consiglia le escursioni giornaliere presso la cittadina di Menaggio oppure Villa Carlotta, famosa per il suo giardino botanico.

Immaginate di arrivare al Parco San Marco, affamati dopo un lungo viaggio e con l’autonomia residua delle batterie al minimo. Non dovrete fare altro che lasciare la vostra auto presso i destination charge del resort e andare a gustarvi le prelibatezze offerte dai nostri ristoranti: un ottimo taglio di carne a La Masseria oppure una degustazione gourmet a La Musa, tutto ciò mentre l’ auto si ricarica. Grazie alla potenza di erogazione a 22Kw, i destination charge del Parco San Marco vi permetteranno di ottenere 150 Km di autonomia in un’ora di ricarica**: nemmeno il tempo di mangiare e avrete autonomia sufficiente per proseguire il viaggio!

* la ricarica è gratuita per i possessori di Tesla

** i tempi di ricarica possono variare a seconda dell’auto: non tutte le auto supportano l’erogazione a 22Kw