• teatro da sinistra foto studio pagi

Rondo Veneziano

09.02.2017

Rondò Veneziano, Palazzo dei Congressi a Lugano

"Accetto più l’arte che me stesso" proviene da un uomo che, con la sua ricchezza di sfumature, influenza già da quattro decenni il panorama musicale italiano ed al quale dobbiamo l’idea dell’orchestra “Rondò Veneziano”.

Un suono, che unisce musica classica e pop in un'armoniosa interazione di colori, tono, emozioni e distanza.

Nonostante il Maestro Reverberi arrangi la maggior parte delle proprie composizioni seguendo lo stile tipico di “Rondò Veneziano”, registra spesso albums con i suoi classici preferiti, quelli della sua gioventù e della sua iniziale formazione: la musica di Beethoven, di Vivaldi oppure di Mozart.

"Rondò Veneziano” – un nome che rappresenta una carriera straordinaria da più di trent’anni; un nome che rappresenta un padre spirituale come il Maestro Reverberi, capace di sorprendere sempre con idee uniche ed innovative.
Un’orchestra che tende il ponte tra passato e presente, e pure più in là, grazie alla sua musica.

Ulteriori informazioni: luganotourism.ch